Tre.it Privati / Servizi / Servizi Informativi / Qualità servizi dati

Qualità servizi dati.

In questa pagina sono di seguito illustrati i risultati, rilevati da AGCOM in 20 città, sulla qualità dei servizi dati di 3 Italia. Gli indicatori (KPI) relativi alla qualità dei servizi dati sono determinati sulla base di misure sperimentali.


Il contesto regolamentare

La delibera n. 154/12/CONS prevede un’attività di rilevazione e valutazione della qualità di servizio relativa alle connessioni dati a larga banda per le reti mobili italiane, basata su campagne di misure sul campo (drive test).

Una prima campagna sperimentale si è svolta dal 18 giugno 2012 al 26 ottobre 2012. I relativi risultati ed elaborazioni statistiche, non resi pubblici, hanno costituito materia di studio e valutazione da parte dei soggetti interessati, in preparazione delle campagne ufficiali previste a partire dal 2013.

La prima campagna pubblica si è svolta dal 28 gennaio al 24 maggio 2013; la seconda campagna pubblica si è svolta dal 15 novembre 2013 al 21 marzo 2014.
Entrambe le campagne di misura sono state effettuate da Fondazione Bordoni per conto dell’Autorità.
Alcuni dei risultati ottenuti sono illustrati nelle pagine successive.
 
Al momento non sono ancora disponibili i dati delle ulteriori campagne di misura svolte nell’anno 2014.
 

Dati generali della campagna

  • Periodo di esecuzione:
    •  prima campagna: dal 28 gennaio al 24 maggio 2013
    •  seconda campagna: dal 15 novembre 2013 al 21 marzo 2014
  • Giorni della settimana interessati: dal lunedì al venerdì
  • Orario giornaliero: dalle 8,00 alle 20,00
  • Città interessate: una per regione, di norma la più popolosa
  • Numero di punti di test (pixel) programmati: 1013
  • Durata della test suite: in media 22 minuti circa
  • Modalità di esecuzione dei test: nomadica
  • Terminale di test: connect card, con interfaccia USB lato terminale e interfaccia di rete 2G e 3G
  • Approccio best technology
  • Strumentazione di misura: SwissQual Diversity Benchmarker
  • NAP interessati: Milano (MIX) e Roma (NAMEX)
  • 3 Italia offre a tutti i clienti la possibilità di navigare a 42 Mbps, compatibilmente con il dispositivo utilizzato, senza discriminare la velocità massima in base all’offerta attivata.
 
 



La Prioritizzazione del traffico

Allo scopo di amministrare e controllare, per vari ordini di motivi sia tecnici che gestionali, il traffico generato dai servizi di comunicazioni mobili, gli operatori di rete adottano ed attuano delle procedure di gestione del traffico, che generalmente migliorano la fruizione dei servizi a commutazione di pacchetto, sfruttando al meglio le risorse di rete a disposizione.
Una diffusa tecnica è il “Traffic prioritization” (prioritizzazione del traffico), che consiste nel privilegiare, l’istradamento di flussi di traffico con determinate caratteristiche rispetto ad altri. La priorità è legata alla configurazione della sim dell’utente. Risulta più probabile che gli effetti benefici della prioritizzazione del traffico si registrino significativamente, piuttosto che in condizioni di traffico regolare, in situazioni di alto traffico (quando il carico delle risorse radio e degli elementi di rete è particolarmente elevato ed è possibile che si verifichino casi di congestione della rete). Per ulteriori informazioni, clickare su www.misurainternetmobile.it.
I profili di offerta in banda larga mobile di Wind Tre S.p.A. prevedono o una classe di default configurata con priorità di base (c.d. Bronze), oppure una classe configurata con priorità più elevata (c.d. Gold). Wind Tre S.p.A. ha implementato la classe di priorità piu’ elevata (Gold) per il profilo tariffario My Business Internet L. A tutti gli altri piani è assegnata la classe di priorità meno elevata (Bronze).
Per il Servizio My Business Flex  Internet, in caso di raggiungimento  di 30GB/mese solare, la velocità di ricevimento e/o invio dati verrà ridotta a 64Kbps fino alla fine del mese solare di riferimento.
Per il Servizio Internet Plus, in caso di raggiungimento di 1GB/giorno, la velocità di ricevimento e/o invio dati verrà ridotta a 64Kbps fino alle 23.59 del medesimo giorno; l’eventuale traffico extrasoglia sotto rete 3 effettuato dal cliente sarà tariffato a 0.

 
 
Di seguito sono riportate le schede sintetiche dei risultati in conformità a quanto richiesto dalla delibera n. 154/12/CONS.
 
 
Dillo sui social
  • Note

    La Fondazione Ugo Bordoni è un’Istituzione di Alta Cultura e Ricerca soggetta alla vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico riconosciuta dalla legge 3/2003.
    La legge 69/2009 ne ha definito l’identità di organismo di diritto pubblico, riconosciuta di recente anche da un parere dell’Avvocatura dello Stato. Il nuovo Statuto ribadisce il carattere di terzietà e indipendenza della Fondazione, attribuendole una governance pubblica che le consente di esercitare una funzione di supporto e consulenza in favore delle amministrazioni pubbliche e delle autorità indipendenti.
    Con la delibera n. 154/12/CONS l’Autorità ha affidato alla Fondazione Bordoni il progetto delle campagne di misura, con riferimento in particolare a:

    • pianificazione delle attività generali e di dettaglio,
    • fornitura delle risorse e degli strumenti necessari,
    • realizzazione delle misure sul campo ed acquisizione dei risultati, rendendoli disponibili all’Autorità ed agli Operatori,
    • elaborazioni statistiche dei risultati,
    • gestione dei processi di invalidazione di specifiche misure.